Cura dei disturbi della nutrizione dell’alimentazione

Sono anche conosciuti come Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA). Tra i disturbi dell’alimentazione i più conosciuti e frequenti sono l’Anoressia Nervosa, la Bulimia Nervosa e il Binge Eating Disorder o Disturbo da Alimentazione incontrollata. Le cause sono complesse, possono insorgere in età infantile/adolescenziale, tendono a persistere, mantenendo il soggetto in un equilibrio sempre precario tra un peso/forma corporea ideale e un peso/forma corporea reale. Il disturbo consiste in una dispercezione del sè corporeo, il desiderio di raggiungere una perfezione innaturale e socialmente stereotipata, l’incapacità di un esame di realtà appropriato. Da tutto deriva un persistente stato di insoddisfazione, di malessere esistenziale, di indebolimento somatico e psichico. Il disturbo nutrizionale comporta grave rischio di malattia medica e di sopravvivenza per malnutrizione. Si aggiungono comportamenti autolesionistici non suicidari (cutting, scratching, burning), seri tentativi di suicidio ed elevato rischio suicidario. Inoltre, abuso di farmaci e di droghe, fitness compulsivo, disinibizione e discontrollo dell’impulsività. Elevata è la co-morbilità con i disturbi di personalità, la depressione maggiore e il disturbo bipolare. Si tratta dunque di quadri complessi che richiedono attenzione multidisplinare medica, nutrizionale, psicologica e psichiatrica. Non facile e immediata è la diagnosi, in quanto spesso la patologia principale è mascherata da sindromi ansiose-depressive o da altri disturbi della condotta.
La Casa di Cura è inserita in un circuito specialistico ospedaliero e ambulatoriale che applica il metodo della Riabilitazione Psiconutrizionale Progressiva (RPP). Questo metodo è riconosciuto dalla Regione Veneto come metodo accreditato per la cura e la riabilitazione del Disturbi dell’Alimentazione. Il trattamento si articola in passaggi successivi che vedono coinvolte diverse figure professionali. L’intervento si rivolge non solo ai singoli pazienti, ma anche ai contesti familiari.
La RPP Riabilitazione Psiconutrizionale Progressiva  è una specifica tecnica riabilitativa che si fonda sulla ricerca di adesione ad un percorso nutrizionale personalizzato, progressivo e concordato.
Questa specifica tecnica riabilitativa comprende lo svolgimento di svariate attività cliniche, assistenza ai pasti, psicoterapia individuale e di gruppo, psicoeducazione rivolta alle famiglie, utilizzo di farmaci (se necessario), costante monitoraggio delle condizioni organiche e l’erogazione delle terapie mediche e psichiatriche necessarie.
Gli obiettivi della RPP sono: correggere il comportamento alimentare disfunzionale e le conseguenze mediche che comporta; ripristinare un peso accettabile; diagnosticare e trattare le comorbilità mediche e psichiatriche; intervenire psicologicamente su pensieri ed emozioni disadattativi. Il trattamento non è solo ospedaliero, ma si prolunga nella fase di post dimissione, con interventi professionali integrati, medico, nutrizionale, psicologico e psichiatrico.

Richiedi maggiori informazioni